Stampa
PDF

La kamst e locomotive della miniera

Il pompaggio dell’acqua dalla miniera occupa un posto di rilievo nelle scienze minerarie e nella tecnica in generale. La miniera di Idrija seguiva regolarmente le innovazioni nel settore tecnico e così, alla fine del XVI secolo in seguito alla nazionalizzazione della miniera, si intraprese un ambizioso progetto di modernizzazione della miniera, nell’ ambito del quale si arginò il fiume Idrijca a monte del Lago selvaggio (Divje jezero) e si costruì un canale di scarico di 3,5 km, chiamato Rake, che portava l’acqua alla kamst situata nel centro di Idrija. La kamst – ruota azionata ad acqua che serviva per pompare l’acqua dalla miniera (in tedesco Wasserkunst) risale ai tempi della maggiore prosperità della miniera ovvero alla fine del XVII secolo quando ebbero inizio anche i lavori al pozzo di Giuseppe. La kamst fu costruita nel 1790 e rimase in esercizio fino al 1948.


L’edificio in pietra alloggia una ruota motrice ad acqua del diametro di 13,6 m che riempiva le tazze dall’alto. La ruota è famosa per essere la più grande ruota idrica in legno conservatasi fino al giorno d’oggi in Europa. La rotazione dell’albero della ruota motrice veniva trasportata tramite una manovella, una biella e un sistema di trasmissioni orizzontali della lunghezza di 75 m che collegava l’albero al sistema di pompaggio attraverso due leve a tre bracci. Il pompaggio avveniva in tre fasi; al livello XI, IX e III, dove erano situate le pompe a pistone, una delle quali è in esposizione. La ruota motrice ad acqua faceva 4-5 giri al minuto, la capacità della pompa era di circa 300 litri d’acqua al minuto, trasportata dalle gallerie ad una profondità di 283 m sotto la superficie. Si tratta dell’unica pompa di questo tipo in Slovenia che si trova ancora al suo posto d’origine. La diga sul fiume Idrija e il canale Rake di 400 anni d’età sono tuttora in esercizio, e continuano a portare il flusso d’acqua alla centrale idroelettrica della città.

Locomotive della miniera

Nella ex stazione della funivia per il carico nel Pozzo Jožef (Giuseppe) sono esposte quattro locomotive e cinque carrelli per il trasporto del minerale.

Nel XIX secolo (intorno al 1850), la miniera di Idrija costruì la ferrovia con il traino dei cavalli per il trasporto del minerale dai pozzi alla fonderia. Per il trasporto del materiale fine servivano dei vagoni trainati dal cavallo. Uno di questi vagoni si è conservato ed è l'esemplare più vecchio del genere in Slovenia.

Con l'invenzione delle apparecchiature per la trasformazione della tensione, fu possibile lo sviluppo delle ferrovie elettriche. Da allora e per ben mezzo secolo, le vie di Idrija e l'allora rarissimo traffico stradale, erano caratterizzati dalla ferrovia della miniera. Nel 1902 i cavalli venivano sostituiti da due locomotive elettriche commissionate alla famosa Siemens&Halske di Vienna che servivano per il trasporto dal pozzo Jožef alla Bašerija (classificazione e frantumazione del minerale). Per il trasporto del minerale dalla Bašerija alla fonderia, nello stesso anno acquistarono altre due locomotive dello stesso produttore per il binario della larghezza di 1000 mm. La linea dai bunker del pozzo di Jožef  alla Bašerija era lunga 700 m, da lì alla fonderia c'erano altri 850 m, in totale quindi 1550 m. Anche queste due locomotive sono le più vecchie del genere in Slovenia.
Per il trasporto del minerale nelle fonderie, nel 1912 vennero acquistate due locomotive a benzina della Deutz Werke, per il binario largo 500 mm. Nel 1916 acquistarono un'altra locomotiva dello stesso costruttore ed è l'unica conservata al giorno d'oggi.

Il 31 gennaio 1957 si fece l'ultimo trasporto del minerale con la grande locomotiva elettrica. Il giorno seguente fu già attivata la funivia, lunga 1100 metri che portava dalla nuova stazione per il carico fino alla separazione e alla frantumazione sopra la fonderia.

Il pompaggio dell’acqua dalla miniera occupa un posto di rilievo nelle scienze minerarie e nella tecnica in generale. La miniera di Idrija seguiva regolarmente le innovazioni nel settore tecnico e così, alla fine del XVI secolo in seguito alla nazionalizzazione della miniera, si intraprese un ambizioso progetto di modernizzazione della miniera, nell’ ambito del quale si arginò il fiume Idrijca a monte del Lago selvaggio (Divje jezero) e si costruì un canale di scarico di 3,5 km, chiamato Rake, che portava l’acqua alla kamst situata nel centro di Idrija. La kamst – ruota azionata ad acqua che serviva per pompare l’acqua dalla miniera (in tedesco Wasserkunst) risale ai tempi della maggiore prosperità della miniera ovvero alla fine del XVII secolo quando ebbero inizio anche i lavori al pozzo di Giuseppe. La kamst fu costruita nel 1790 e rimase in esercizio fino al 1948.

L’edificio in pietra alloggia una ruota motrice ad acqua del diametro di 13,6 m che riempiva le tazze dall’alto. La ruota è famosa per essere la più grande ruota idrica in legno conservatasi fino al giorno d’oggi in Europa. La rotazione dell’albero della ruota motrice veniva trasportata tramite una manovella, una biella e un sistema di trasmissioni orizzontali della lunghezza di 75 m che collegava l’albero al sistema di pompaggio attraverso due leve a tre bracci. Il pompaggio avveniva in tre fasi; al livello XI, IX e III, dove erano situate le pompe a pistone, una delle quali è in esposizione. La ruota motrice ad acqua faceva 4-5 giri al minuto, la capacità della pompa era di circa 300 litri d’acqua al minuto, trasportata dalle gallerie ad una profondità di 283 m sotto la superficie. Si tratta dell’unica pompa di questo tipo in Slovenia che si trova ancora al suo posto d’origine. La diga sul fiume Idrija e il canale Rake di 400 anni d’età sono tuttora in esercizio, e continuano a portare il flusso d’acqua alla centrale idroelettrica della città.

Jasek_Jozef_in_Kamst_danes_2
L'edificio della »kamšt«, nel quale si trova la ruota motrice in legno
Kamst_pod_Avstrijo
L'edificio della »kamšt« all'epoca dell'Austria
Pogled_na_kamst
La ruota motrice »kamšt« era in funzione fino al 1948

Rocica_ojnica_danes
Leva, biella
jasekJozefinKamst
Ruota motrice in legno con un diametro di 13,6 metri
Kamst_kolo_
Vista su »kamšt« e sul pozzo di Jožefov (Giuseppe)

Kamst_danes
Tubo di alimentazione per l'acqua motrice
Rake_danes
Canale idrico – Rake
Mala_elektricna_lokomotiva_delovanje
Piccola locomotiva elettrica all'epoca dell suo funzionamento

Vozicek_leseni_na_XI_obzorju
Trasporto del minerale all'XI orizzonte della miniera
Vozicek_mali_danes
Carrello per il trasporto del minerale - esposto al museo
Mala_elektricna_lokomotiva_danes_1
Piccola locomotiva elettrica esposta al museo